Una baita sempre più solare

Oggi è il turno di Enrico, che, con un certo entusiasmo, ha deciso di condividere con noi la sua “avventura solare”:

Come alimentare una baita con l’energia solare: l’esperienza di Enrico

Buongiorno a tutti!

Avevo necessità di portare la luce nella mia baita in zona non servita dalla rete elettrica e, dopo un periodo di ricerca sul web ho scelto Il Portale del Sole.

L’interno della baita di Enrico

Gli “ingredienti” dell’impianto solare

Sono partito in economia per non approfittare del “finanziatore”, quindi con:

Dato che avevo altri lavori da fare non volevo gravarmi anche di un impianto di illuminazione, e avevo quindi acquistato sul web due lampadine a led ricaricabili.

Il rudimentale quadretto elettrico, con regolatore di carica, prese per la ricarica delle utenze e interruttori

Abbiamo installato il pannello, tramite supporto auto costruito, su un palo girevole in modo da poter seguire il sole dall’alba al tramonto (infatti cominciamo a produrre prima delle installazioni fisse vicino a noi).

L’appetito vien mangiando…

A questo punto, dato che i lavori più impegnativi erano stati fatti, ho deciso di dedicarmi all’impianto elettrico acquistando altro materiale da Il Portale del Sole; nel frattempo mi sono dotato di utensili ricaricabili di un certo livello, la cui carica deve avvenire tramite il caricabatterie proprietario, che significa 220V: quindi ho aggiunto un inverter onda pura da 300w, due batterie da 38Ah, un secondo pannello da 80w e 3 lampadine a led 12V. Ho scelto questa opzione per non buttare la prima batteria che, sebbene abbia un anno in più delle altre ha funzionato per circa 20 giorni (il tempo in cui rimane aperta la baita).

Le 3 batterie collegate in serie e l’inverter a onda pura

Il palo non era in grado di sostenere due pannelli, quindi il secondo è finito sul tetto: nonostante l’inclinazione da rivedere, nell’orario migliore producono 10-11 A che mi permettono di mantenere il “frigo”, di sostenere le lampadine, di ricaricare gli utensili, il telefonino ed altre cosette. Inoltre, grazie all’inverter, posso usare il mini utensile (da 250W) e la pistola per la colla a caldo.

I due pannelli fotovoltaici da 80W: uno su palo, uno installato su tetto

A parte un paio di lampadine difettose, che mi sono state prontamente e gentilmente sostituite, i prodotti funzionano benissimo e ne sono molto soddisfatto, l’installazione è stata semplice e le indicazioni fornite dal tecnico del Portale preziose. La prossima volta, però, partirò subito con un batteria adeguata (sempre da Il portale del sole, naturalmente)!

Enrico


Grazie Enrico per questa bella testimonianza del tuo impianto solare a isola!

Per altri racconti come questo, visita la categoria “I vostri Test”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...