Polistirolo addio, è arrivato il Mushroom Packaging

In un mondo che si sta gradualmente abituato a riciclare tutto il possibile, era impensabile che uno dei materiali meno riciclabili eppur così tanto utilizzati come il polistirolo non fosse ancora stato rimpiazzato.

Per fortuna ci ha pensato Ecovative, una delle 10 maggior aziende a livello mondiale dedicate alla creazione di nuovi materiali eco compatibili e bio degradabili.

Mushroom_Packaging

Come è fatto il Mushroom Packaging

Ecovative ha progettato una schiuma che sfrutta le fibre dei funghi, i miceli, che sono appunto la loro parte vegetativa. I miceli sono simili alle radici di una pianta, ancorano il fungo al terreno e assorbono i nutrienti.

Il Mushroom Packaging, questo in nome dato da Ecovative, cresce a partire da scarti agricoli come le foglie esterne delle pannocchie. Il materiale di scarto è pulito e combinato con il micelio, che crescerà intorno al primo e  si espanderà per digerirlo. La massa viene poi ridotta in piccoli pezzi in modo da poter essere messa in una forma, Il micelio continua a crescere fino a riempirla, alla fine del processo il calco viene solidificato e può essere usato come imballaggio.

Mushroom_Packaging2

Un’importante caratteristica del micelio è la possibilità di farlo crescere all’interno di una forma, e per questo è possibile creare un packaging su misura.

Questa innovazione ha già attirato l’attenzione di diverse grandi aziende, tra le quali Ikea, da sempre anima green, che sta trattando per poter utilizzare definitivamente i Mushroom Packaging al posto del tanto odiato polistirolo. Anche la Dell ha già cominciato ad utilizzarlo per proteggere parti di server di grosse dimensioni.

Come funziona il Mushroom Packaging

Forse a questo punto vi verrà da chiedervi: se è un materiale così facilmente biodegradabile, come posso essere sicuro che svolga il suo compito finchè ne avrò bisogno?

Per spiegare come il Mushroom Packaging funziona Ecovative lo paragona ad un tavolo di legno: finché rimane in casa, un tavolo di legno è solido e non si rompe, ma se lo lasci di fuori, o lo riduci in trucioli, comincerà a decomporsi. In un magazzino Ikea il micelio manterrà la sua forma, ma se posto all’esterno gli organismi viventi presenti nella terra cominceranno a decomporlo.

Con queste premesse, è facile immaginare il successo che, speriamo (per il bene di tutti), avrà questo nuovo materiale. Anche per altri utilizzi come l’isolamento e i pannelli acustici.

Mushroom_Isolation

Fonte: Ecovative, LegaNerd

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...