Trasformare un vecchio lampione grazie al fotovoltaico

Ringraziamo Dario che, nelle vesti di “Blogger per un giorno”, riporta la propria esperienza nell’adattamento di un lampione tradizionale esistente in uno alimentato ad energia solare.

Sono riuscito a staccare il mio vecchio lampione dalla rete per alimentarlo ad energia solare

Lampioni_gif

“Nel giardino di casa, c’era un vecchio lampione a due luci che ormai da due anni non funzionava più a causa di una deviazione della rete elettrica che ne aveva escluso ogni alimentazione. Già nell’autunno del 2012 stavo seriamente pensando se rompere il breve tratto di marciapiede e togliere il lampione definitivamente.
Facendo una ricerca per altro materiale sul sito del Portale del Sole, ho scoperto un piccolo kit per la produzione di corrente con il pannello solare. Immediatamente mi venne l’idea di voler provare ad alimentare il mio vecchio lampione con questo innovativo sistema energetico. Proprio in quell’autunno, mio figlio a scuola, nel quinto anno di Perito Elettrotecnico, stava studiando il sistema dei pannelli fotovoltaici per la produzione dell’energia elettrica e così, sulla scia dell’entusiasmo, decisi di acquistare sul sito del Portale del Sole il kit base completo.

Tutto il materiale mi giunse in ordine perfettamente ed in tempi abbastanza rapidi ma, alcuni contrattempi personali ed in seguito il maltempo, bloccarono -ma non cancellarono- il mio progetto, che iniziò a ridefinirsi nella primavera del 2013. Fu così che, nel mese di Aprile, feci costruire da un fabbro il supporto per il pannello solare che venne saldato al palo del lampione; io e mio figlio collegammo i fili elettrici vecchi al regolatore di carica e da questo alla piccola batteria chiudendo il tutto all’interno di un tombino posto a terra. Immediatamente non funzionò nulla ma, la colpa fu nostra perché nell’entusiasmo della realizzazione non verificammo correttamente i collegamenti. Quando verificammo nuovamente il tutto, le nuove luci del lampione, e le apposite lampadine del kit miracolosamente si accesero ma, a lavoro ancora imperfetto, rimanevano accese per tutto il giorno.

Tramite email mi rivolsi al consulente del Portale del Sole per domandare se era possibile avere un sensore che mi permettesse l’accensione automatica quando veniva buio e lo spegnimento alla luce del giorno. Nel giro di pochi giorni mi giunse una corretta informazione e l’indicazione precisa del prodotto occorrente che ordinai subito: un regolatore di carica PLS0513R che risolse il mio problema. Nel frattempo, il lampione venne carteggiato e riverniciato a nuovo di un bel verde splendente.
Tra poco sarà già trascorso un anno, il lampione funziona perfettamente e noi siamo fieri del recupero effettuato.”

Dario, Valenza (AL)

Vuoi lasciare il tuo commento? Scrivici a: blog@ilportaledelsole.it

10 risposte a “Trasformare un vecchio lampione grazie al fotovoltaico

  1. Ti ringrazio anticipatamente: vorrei sapere, se batteria e regolatore vanno poste vicino alla lampada MODIFICATA oppure posso metterle a qualsiasi distanza, eventualmente aumentando solo la sezione del FILO. grazie Mario

    • Ciao Mario! Se riesci a restare entro la decina di metri di distanza, un cavo da 2,5mmq dovrebbe riuscire a evitarti perdite di tensione. Altrimenti, più allunghi la distanza, più aumenti la sezione del cavo!

  2. Ti devo disturbare nuovamente.Ho ricevuto il materiale ordinato,(Kit Power, da 7W. Vorrei sapere se la parte piu lunga del PANNELLO posso metterla in orizzontale e se un domani posso aumentare la BATTERIA in Ah o aggiungerla a quella v/s originale in PARALLELO ?.TIringrazio per il disturbo . Mario Luppi

    • Ciao Mario, non ti preoccupare. Il pannello puoi orientarlo sia in orizzontale sia in verticale: l’importante è che sia orientato in modo ottimale (possibilmente verso sud e con un’inclinazione di ca. 30°-45°, secondo la latitudine e la stagione – in estate è bene sdraiarli di più, in inverno è meglio metterli più verticali). Il bello di questi sistemi è proprio la versatilità: in futuro, potrai aggiungere un’altra batteria in parallelo oppure sostituirla con una più potente (soluzione consigliata).

  3. Scusami,ma ti devo disturbare nuovamente,ho letto sulle indicazioni del pannello per il FUSIBILE( Max Series Fuse Rating. 4A, vuol dire di aplicare un FUSIBILE di 4A o ….? e i migliori da utilizzare sono FASTON . SCUSAMI IL DISTUERBO Mario Luppi

    • Ciao, Mario, nessun disturbo! Il fusibile sul pannello non è strettamente necessario perchè non può andare in corto circuito. Al limite si può mettere per sezionarlo nel caso di manutenzione o altre esigenze. Il fusibile è invece raccomandato tra il regolatore di carica e la batteria, della stessa portata del regolatore di carica (5A nel tuo caso). I Faston vanno benissimo.

  4. Sono Mario e devo chiederti ancora un consiglio.
    Il kit Power acquistato in preecedenza 7w,40w,26Ah,ho aggiunto alla LAMPADINA di 7w una di 3,2,quindi 10,2w TOTALI,programmando 10 ore di ACENSIONE ,Batteria 26Ahx12=312w PRODOTTI.W batteria 312:10,2=30,58 ore di ACENSIONE(sulla carta) a carica MASSIMA BATTERIA.Calcolando che per dare massima carica alla BATTERIA ci vogliono 7,8 ore di SOLE(in teoria e non in pratica),quindi ho pensato di immagazzinare con una SECONDA BATTERIA 26Ah come quella del Kit,in PARALLELO dando la possibilita al REGOLATORE di CARICARLA quando ci sono diversi giorni di bel TEMPO.
    Vorrei questo consiglio o devo AUMENTARE anche il PANNELLO.
    Ringrazio Mario Luppi

    • Ciao Mario, i tuoi calcoli sono corretti fino a un certo punto. Prima di tutto, la batteria non deve mai arrivare a scaricarsi del tutto, quindi le ore di autonomia non arriveranno mai a 30. Inoltre, le 7,8 ore di sole che hai calcolato per caricare la batteria da 26Ah con un pannello da 40W sono corrette, ma si riferiscono al sole di mezzogiorno e con tutte le condizioni ottimali. A condizioni reali, invece, diventano poco più di 2 giorni di sole d’estate, e quasi 5 d’inverno. Il nostro consiglio, quindi, se vuoi aumentare l’autonomia del sistema, è sicuramente di aumentare (quindi aggiungere) prima di tutto il pannello, e poi anche la batteria: avere due batterie che il pannello da solo non riesce a caricare risulta spesso inutile.
      Con il tuo regolatore puoi spingerti fino a un altro pannello da 40W in parallelo con quello attuale. Se vuoi aumentare oltre la potenza dei pannelli, devi aumentare anche il regolatore. Facci sapere se è tutto chiaro. Buona giornata!

  5. Ti ringrazio per la tempestiva risposta e seguo il tuo consiglio di aumentare,sia il pannello che la batteria.

    saluti Mario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...